3i

WhatsApp Video 2021-03-27 at 12.31.21.mp4

Penso che l’Europa debba essere unita evitando divisioni, più vicina ai problemi della gente, soprattutto i giovani, creando anche nuovi posti di lavoro che porterebbero ad una diminuzione della disoccupazione Bisognerebbe valorizzare le proprie tradizioni e valori, non ancorandosi, però, al passato. È importante anche favorire prodotti ecologici, che rispettano l’ambiente, piuttosto che quelli economici ma meno green.

Chiara Di Donato

video-output-81484CDA-1D9D-4F4B-8B37-91DD6CBC51FA (1).mov

In questo video viene descritta la mia opinione sull’EU: penso ancora che ci siano molti

problemi irrisolti di cui nessuno è interessato a parlare. Personalmente non vedo più

questo progetto di pace e uguaglianza che i membri dell’EU stanno lottando per ottenere,

e, secondo il mio punto di vista, ci dovrebbe essere più informazione e attenzione a questo argomento.

Eleonora Mannarini

video-output-83D6EC1C-0998-45FD-908F-9AEF68A1F986.MOV

Il desiderio di costruire un'Europa migliore è qualcosa che riguarda tutti noi. Ciò è possibile lottando contro il razzismo, la disuguaglianza tra donne e uomini e ogni tipo di discriminazione al fine di far sentire le persone benvenute e sicure in tutto il nostro continente, tenendo l'ambiente lontano da qualsiasi pericolo.

Sofia Caporro

video-output-73FC8552-0849-442E-95E1-CDD8C3232404.mov

Io credo che tutti dovrebbero sperare in un’Europa migliore, unita, interessata alla vita dei cittadini ed alla creazione di un’economia forte e giusta. Dovremmo anche sognare un’Europa capace di aiutare le cause umanitarie. Per fare tutto ciò, e quindi per costruire un futuro brillante, è importante la partecipazione di tutti noi.

Flaminia Minati

video-output-9FD0C0D4-B57C-4729-8169-34682139F025.mov

Il coronavirus ha interrotto lo sviluppo dell’Europa ma in parte ha creato un punto di partenza da cui tutti dobbiamo ripartire per rendere questo continente un posto migliore. In generale, l’inquinamento atmosferico rappresenta un problema ormai da molti anni, perciò è arrivato il momento di rimboccarci le maniche e lottare.

Mattia Biacchi

Video (1).mov

Nel video racconto la mia visione di un’Unione Europea ideale; spero in un’Europa più solidale, che unisca le nazioni al fine di far fronte a problematiche ancora oggi molto gravi, in cui ognuno di noi collabori per raggiungere degli obbiettivi comuni; sogno un’Europa più inclusiva, che pensi ai bisogni di tutti senza fare distinzioni.

Sofia Scalella

L’Europa che sogniamo.mov

Concentrandoci sull'aspetto politico del continente europeo possiamo osservare alcuni aspetti che rendono carente l'Europa.

Notiamo anche dei miglioramenti che possono essere effettuati affinché il nostro continente sia migliore.

Il raggiungimento di una totale uguaglianza e una maggiore considerazione dei giovani del nostro paese può avvenire solo se si agisce in maniera compatta e decisa.

Francesco Costa

IMG_5344.MOV

Sogno un'Europa più forte dopo questa pandemia in corso.

L'Europa deve sentirsi vicina dopo tutto questo.

Sogno un'Europa che possa dare ai giovani maggiori opportunità di lavoro e che possa accogliere e proteggere i migranti che hanno più che mai bisogno di noi.

Emma Liorni

EU.mov

L’Europa che sogno è forte e unita contro ogni tipo di discriminazione verso le minoranze. Un Europa che spinge tutti verso una vita migliore, diversa. L’Europa che sogno è pronta a questo cambiamento per un futuro aperto ad accogliere tutti. Un'Europa felice composta da tanti individui diversi che la rendono unica.

Rebecca Marzoli

1080p.mov

L’UE dovrebbe facilitare i viaggi tra gli Stati membri per i giovani che vogliono studiare all’estero, sia sotto l’aspetto economico, sia sotto l’aspetto burocratico.


ElenaSofia Gabriele

4fxgagrgv8sxz1ow0xuav_0.mp4

Sono Lorenzo, ho 16 anni e sogno un’Europa più inclusiva, dove non ci siano più distinzioni tra persone di sesso, colore o religione differente.

Sogno un'Europa più “verde”, che si impegni ad incentivare i suoi cittadini a sprecare meno risorse e che utilizzi sempre più fonti di energia sostenibili. Sogno un’Europa che sia davvero casa comune di tutti i popoli che abitano il continente, così da coronare il sogno dei Padri Fondatori.

Sogno un’Europa più attenta e presente nella tutela delle classi più basse e dei lavoratori. Sogno un’Europa che prenda posizione subito e con forza contro le violazioni dei diritti umani nel mondo. Sogno un’Europa in cui la memoria di quello che è accaduto in passato non venga cancellata ma venga studiata e ricordata. Sogno un’Europa che abbia delle leggi comuni in ogni campo, fino a diventare realmente degli Stati Uniti d’Europa. Sono Lorenzo, sono un cittadino europeo e sogno un’Europa migliore.

Lorenzo Petricca

“L’Europa che sogniamo” (27 mar 2021, 21:56).MOV

Nel video mostro la mia visione di un’Europa ideale, ovvero senza alcuna forma discriminazione razziale, nella quale l’affermazione delle diverse culture e tradizioni non comporti guerre nel raggiungimento delle stesse.

Arianna Marziale

“L’Europa che sogniamo” (27 mar 2021, 19:44).MOV

Questa è l’Europa che sogno, un’Europa nella quale spero potremo

vivere presto. Sogno unione, sogno equità, sogno libertà per tutti.

Vedo anche un Europa che si preoccupa dell’ ambiente e del futuro

dei giovani. Desidero un posto dove ci si sente liberi e sicuri a prescindere da tutte le differenze.

Fadila Marini

“L’Europa che sogniamo” (27 mar 2021, 19:38).MOV


In questo video espongo completamente i miei desideri per il futuro dell’Unione Europea. Io aspiro in un’unione più rispettosa e sostenitrice nei confronti delle minoranze, cioè le donne, le persone di colore e la comunità LGBTQ+. Successivamente ho mostrato un esempio di problematica sociale molto discussa oggi giorno: la legge contro gli atti di omofobia e transfobia o “legge Zan”, così chiamata in Italia. Ho concluso dicendo che ho speranza per il futuro ed un desiderio per una rispettosa esistenza per tutta l’umanità.

Beatrice Sicari

“L’Europa che sogniamo” (27 mar 2021, 19:11).MOV

Questo video esprime le mie speranze per un’Europa più unita nel futuro. Infatti, anche se possiamo fortunatamente dire che i paesi europei non sono più dilaniati da guerre, c’è ancora molto da fare se vogliamo raggiungere quel senso di appartenenza al nostro continente, e il primo passo sarebbe quello di mettere da parte i nostri pregiudizi.

Giulia Zecchini

“L’Europa che sogniamo” (27 mar 2021, 18:48)

In the Europe of my dreams, diversity is appreciated and admired, women will be able to occupy positions that are now limited to men, disinformation and ignorance will be overcome. I would really like to feel a part of Europe and to be proud to call myself a European citizen.


Caterina Traditi, 3I

“L’Europa che sogniamo” (27 mar 2021, 17:05).MOV

In questo video sono raccolte tutte le mie speranze per un’Europa migliore, soprattutto più inclusiva nei confronti dei giovani.

Penso infatti che attraverso l’aumento di fondi come borse di studio per tutti coloro che pensano di averne bisogno, sia il primo passo per una società più inclusiva e per un’Europa che vuole abbattere le disparità e le diversità, provando a dare ad ogni ragazzo le stesse possibilità.

Spero che questa mia creazione e soprattutto il mio pensiero e le mie idee possano arrivare ai grandi leader e possano aiutare l’Europa a diventare un posto migliore.

Giada Calabria



Di scipio.mp4
di pinto.mp4

Ho sempre sognato un'Unione Europea più culturalmente accessibile, con una maggiore possibilità da parte di chi non visita o va regolarmente nei musei di rimanere affascinati dall'ampiezza di possibilità di scoprire una cultura e, di conseguenza, di interessarsene.

Simone Di Pinto

barbangelo.mp4

Lo scopo di questo video è di descrivere l’Europa dei nostri sogni, nella quale non c’è posto per le disparità di genere. La chiave per raggiungere

questo obiettivo è semplicemente dare a questo tema la giusta importanza e continuare a lottare per sconfiggerlo del tutto. Mi auguro in futuro di

poter vivere in un Paese con maggiore sensibilizzazione nel quale l’eguaglianza è considerata alla base della vita.

Elisa Barbangelo

chini.mp4

In questo video ho parlato dell'Europa che sogniamo noi giovani, quella che un giorno ci troveremo a guidare. L'Europa nonostante sia formata da ben cinquanta stati che convivono con diverse nazionalità, usi e costumi, non è coesa. E' chiusa di mentalità, agisce senza pensare al futuro e alle sue conseguenze. Non è dunque un luogo in cui le nuove generazioni possono porre le basi se prima non viene abolita qualsiasi tipo di discriminazione. Vorremmo un'Europa più aperta al cambiamento e più fiduciosa nei giovani.

Lisa Chini